Villa d'Este fontane
Villa d’Este
29/10/2015
Castelli Romani
Castelli Romani
29/10/2015
Rovine ostia antica

Data la posizione centrale che la nostra struttura offre, neanche 1h30 e raggiungerete una tra le più importanti aree archeologiche al mondo: Ostia Antica. Qui troverete un repertorio completo delle forme architettoniche e urbanistiche più diffuse dell’antichità romana, e della tipologia costruttiva: quali archi, volte, quasi ovunque realizzati in opus caementicium, il calcestruzzo romano.

Domus, insulae, teatri, terme, piazze, templi, botteghe e locali pubblici: percorrendo le vie della città potrete facilmente immaginare quale dovesse essere l’aspetto originario di questo importante insediamento, sorto allo sbocco del Tevere, e poco lontano da Roma, forse già prima del IV secolo a.C.
Ostia era allora un ‘castrum’, un insediamento fortificato all’interno di un recinto rettangolare di mura costruite in grossi blocchi di tufo.

A partire dal II secolo a.C. Ostia divenne un importante centro di commercio e di approvvigionamento alimentare per Roma, e cominciò ad espandersi. Fu dotata di un teatro, di un primo foro e di un acquedotto. La sua importanza crebbe con la costruzione del porto di Claudio, a tre chilometri di distanza, da cui si sviluppò il nuovo centro urbano di Portus, in seguito ampliato da Traiano. Dopo gli anni del massimo splendore, in cui Ostia arrivò a contare circa 50.000 abitanti, con Adriano la città si avviò verso un periodo di lenta decadenza in linea con la crisi generale dell’impero romano.

Agli inizi del V secolo il Tevere all’altezza di Ostia non era più navigabile e ampie zone della città furono abbandonate. L’insabbiamento progressivo del fiume, insieme ai disastrosi effetti delle invasioni barbariche condussero all’abbandono della costa, fino alla piena del 1557 che causò la decadenza definitiva della città. La prima campagna sistematica di scavi fu intrapresa nei primi anni dell’800, sotto Pio VII. In seguito, dopo l’Unità, scavi successivi misero in luce una zona visitabile di circa 34 ettari, estensione che rappresenta più della metà dell’area effettivamente edificata. Nel dopoguerra si è proceduto soprattutto a opere di restauro e conservazione che hanno permesso a noi di rivivere la Roma di una volta!

SOGGIORNA IN UNA DELLE NOSTRE STRUTTURE